Menu

Recupero materiali edili vecchi

RECUPERO MATERIALI EDILI  NUOVI E ANTICHI

I nostri trattamenti si articolano secondo le seguenti fasi:

1.   Pulizia


Nel trattamento conservativo dei materiali edili la "Pulizia" rappresenta la premessa tecnica per il buon risultato dei successivi interventi di protezione, e di finitura e la conservazione nel tempo.

La scelta del prodotto e del sistema di lavaggio deve tenere conto della natura del materiale da pulire, del suo stato (nuovo o antico) e del tipo, consistenza, vetustà dello sporco da asportare.

Le problematiche del lavaggio vanno affrontate con attenzione, così da individuare di volta in volta i prodotti e le modalità più adatti. Disponiamo della più ampia gamma di prodotti detergenti per il lavaggio che coprono tutto lo spettro del pH (da 0 a 14) e misti, miscele innovative contenenti solventi e reagenti.

La gamma è articolata in quattro categorie, per risolvere ogni problema di pulizia:
DETERGENTI ACIDI:
contiene acidi forti, prodotti specifici per decalcarizzare e disincrostare materiali edili.

DETERGENTI ALCALINI:
prodotti per decerare, sgrassare e per eliminare muffe e ossidazioni.

DETERGENTI NEUTRI:
prodotti per pulizia ordinaria e/o periodica, ad azione controllata e igienizzanti.

DETERGENTI MISTI:
prodotti esclusivi per rimuovere contemporaneamente sporco organico (grassi e resine) e inorganico (polvere e calcare).

2.   Protezione


Nel trattamento conservativo dei materiali edili la protezione ricopre una funzione fondamentale.

Le prestazioni fornite sono diverse a seconda della natura e dell’origine dei materiali nonché delle situazioni di cantiere. Tutti i preparati realizzano i 4 principi fondamentali di ECOCOMPATIBILITA’:
- mantenimento della traspirazione
- mantenimento dell’aspetto naturale o conferimento di misurata tonalizzazione
- reversibilità e/o rigenerabilità della prestazione
- assenza di tossicità in applicazione e residuale.

La gamma è articolata in cinque categorie, per risolvere ogni esigenza di protezione:
IDROREPELLENTI:

contro il degrado causato dall’umidità di risalita e da quella da imbibizione.

CONSOLIDANTI:
per ricostituire e rafforzare la struttura lapidea indebolita e decoesa sia in profondità che in superficie.

TONALIZZANTI ANTIMACCHIA:
per uniformare l’aspetto e il colore e proteggere la superficie.

ANTIMACCHIA:
come barriera per le sostanze improprie (macchie di caduta o muffe- batteri-licheni-alghe).

PLURI-PRESTAZIONE:
prodotti che conferiscono prestazioni antimacchia, di finitura antiusura e di miglioramento estetico.

3.   Finitura


Nel trattamento conservativo dei materiali edili la FINITURA rappresenta il completamento della protezione e dell’aspetto estetico così da permettere la più facile e migliore manutenzione e rigenerabilità.

I principi attivi residuali della fase di finitura sono inerti, atossici, resistenti e al tempo stesso rinnovabili.

La gamma è articolata in due categorie, per risolvere ogni esigenza di finitura:
UNIVERSALI:

applicabili su più tipi di materiali edili.

DEDICATI:
specifici per categorie definite di materiali edili.